lunedì 7 aprile 2014

Quantitative Easing...tra poco ne farà uso anche la BCE.





Da dove proviene il Quantitative Easing?

La Federal Reserve ( " Fed " ) svolge un ruolo sempre più attivo nella andamento dell'economia e dei mercati finanziari attraverso l'utilizzo dei suoi molti strumenti . Il più noto di questi strumenti è la sua capacità di fissare i tassi di interesse a breve termine , che a sua volta influenza l'andamento dell'economia e dei livelli di rendimento per le obbligazioni di tutte le scadenze . La banca centrale mette in atto una politica di tassi bassi quando si vuole stimolare la crescita , e mantiene tassi più elevati quando si vuole contenere l'inflazione . Negli ultimi anni , tuttavia , questo approccio ha funzionato in un problema : la Fed ha tagliato i tassi in modo efficace a zero , nel senso che non aveva più la capacità di stimolare la crescita attraverso la sua politica dei tassi di interesse . Questo problema ha indotto la Fed a ripiegare sulla prossima arma del suo arsenale : quantitative Easing .

Cosa è il Quantitative Easing  (QE) o alleggerimento quantitativo?

La Fed , o qualsiasi banca centrale per quella materia , vara quantitative easing con la creazione di moneta e quindi l'acquisto di obbligazioni o altre attività finanziarie da parte delle banche . Le banche a questo punto avranno più soldi a disposizione a prestito. Con la crescita dei prestiti superiore, a sua volta , dovrebbe rendere più facile il finanziamento dei progetti - ad esempio , la costruzione di un nuovo edificio per uffici . Questi progetti di conseguenza fanno aumentare il lavoro per le persone, contribuendo in tal modo la crescita dell'economia . Inoltre , gli acquisti della Fed contribuiscono a ridurre i prezzi delle obbligazioni, riducendo il loro approvvigionamento , che provoca un abbassamento dei loro rendimenti. Rendimenti inferiori , a loro volta , forniscono il combustibile per l'espansione economica riducendo i costi dei mutuatari.
Si ok questo è come funziona l' idea sulla carta , almeno. 
In pratica , le banche non hanno a prestito liquidità in eccesso. Se le banche sono indicative e prive di fiducia, come è avvenuto negli anni successivi alla crisi finanziaria del 2008, l'offerta di moneta superiore non può risultare essere il motore della crescita che aveva in mente la Fed.

QE1 e QE2 

Nel bel mezzo della crisi finanziaria del 2008 , crescita lenta e alta disoccupazione, ha costretto la Fed a stimolare l'economia attraverso la sua politica di allentamento quantitativo nell'intervallo dal 25 novembre 2008 al marzo 2010. Il programma ha avuto un impatto iniziale , in modo che la Fed ha annunciato un ampliamento del programma da $ 600 miliardi a 1.250 miliardi di dollari il 18 marzo 2009.
Subito dopo il programma si è incartato,  con difficoltà emerse nella forma di un rallentamento della crescita , l'aumento della crisi del debito europeo , e rinnovata instabilità dei mercati finanziari . La Fed si trasferì in un secondo round di allentamento quantitativo, che divenne noto come " QE2 " e ha comportato l'acquisto di $ 600 miliardi di titoli a breve termine . Questo programma, che il presidente Ben Bernanke il 27 agosto 2010 sviluppò, durò da novembre 2010 a giugno 2011. Questo QE2 ha scatenato un rally dei mercati finanziari, ma ha fatto poco per stimolare la crescita economica sostenibile.

Nel settembre 2012 viene poi lanciato il "QE3" 

Il 13 settembre 2012, la Federal Reserve statunitense ha lanciato il suo terzo round di quantitative easing . Inoltre , la Fed ha dichiarato ufficialmente, per la prima volta, che avrebbe mantenuto i tassi a breve termine bassi fino al 2015. Queste mosse riflettono il punto di vista della Fed che l'economia non ha ancora raggiunto il punto per auto-sostenere la crescita (in altre parole , la capacità di continuare a crescere , senza stimolo). Di conseguenza , la Fed ha adottato quello che è stato chiamato "Infinity QE ", un piano di acquisto di 85 miliardi di dollari in titoli a reddito fisso mensili , 40 miliardi di dollari in titoli garantiti da ipoteca e 45 miliardi di dollari in titoli del Tesoro USA .
A differenza di QE1 e QE2 , il programma attuale non ha una data di fine. Tuttavia, il consenso che la Fed ha, per iniziere ad abbassare la dimensione dei suoi acquisti prima del 2013 stà finendo, l'obiettivo è di terminare il programma entro il 2015. Al momento attuale , QE è fluida e soggetta a modifiche in base alle condizioni economiche . Ciò è dimostrato dal presidente della Fed Ben Bernanke  che il 22 maggio 2013 fa accenno al fatto che la Fed potrebbe fare " taper" (riduzione del QE) prima della fine dell'anno. Mentre la stragrande maggioranza degli economisti e investitori prevedono che la prima riduzione si verifichi il 18 settembre 2013, la Fed ha sorpreso i mercati annunciando che il programma sarebbe rimasto a 85 miliardi di dollari al mese a tempo indeterminato sulla base delle condizioni economiche .
Il 18 dicembre 2013, la Fed ha annunciato il primo tapering: a partire da gennaio , ridurrà i suoi acquisti a 75 miliardi di dollari al mese, 35 miliardi di dollari in titoli garantiti da ipoteca e 40 miliardi di dollari in titoli del Tesoro. La Fed ha successivamente annunciato un'ulteriore riduzione di 10 miliardi di dollari QE a seguito della riunione del 29 gennaio. La Fed è sulla buona strada per ridurre il programma costantemente in tutto 2014 finché la crescita economica resta in pista e la disoccupazione continua a scendere.

Critiche sul Quantitative Easing

Questa procedura aiuta le banche più che l'economia , in quanto possono scegliere di rafforzare i loro bilanci nel "tenere " il denaro , piuttosto che usarlo per aumentare la loro attività di prestito.
Con la creazione di denaro , la Fed rende il dollaro meno competitivo nei confronti delle valute estere. ( Pensate domanda e offerta : una maggiore offerta di dollari , insieme, con uguale domanda , porterebbe ad un calo dei prezzi , in questo caso la "quantità" di valuta estera che un dollaro può comprare ).
Aumentare l' offerta di moneta può creare inflazione. Poiché vi è un ritardo tra l'attuazione della politica della Fed e l'impatto economico, l'inflazione potrebbe salire rapidamente a livelli che non possono essere contenuti .
Il Quantitative easing può creare "bolle" dei prezzi delle attività .

Conclusioni

In fondo cosa accadrà? Accadrà che mentre ad i cittadini verranno date 80 euro per la riduzione del cuneo fiscale, i mercati finanziari riceveranno miliardi di euro che la BCE intende sfornare.
Quindi a mio avviso la struttura di questa manovra può essere condivisibile, ma come purtroppo spesso accade, questi mastodontici piani, durante il loro cammino si sviluppano in modo anomalo e visto i precedenti a me non danno una gran iniezione di fiducia. 

By Steve per tivedoitalia